• MY SHOP
  • DIY
  • CONTACT ME
  • Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Iscriviti ai Feed Seguimi su Bloglovin

    28 dicembre 2013

    12 fiabe in cerca d'autore: la bella addormentata

     Di gran lena siamo giunti alla 4° fiaba di un viaggio lungo un anno che ci porterà ad interpretare 12 bellissime favole. Vi invito a leggere qui per conoscere meglio i dettagli di questa iniziativa. Questo mese mi sono dovuta cimentare con "la bella addormentata". 

    Credo che questo sia una dei racconti maggiormente conosciuti da adulti e bambini, e che ogni mamma si sia ritrovata almeno una volta nella vita a leggerne il libro. Io sono ancora pienamente immersa nel christmas moood (per me questo periodo finisce il 5 gennaio quando non mi è più possibile sistemare le mie creazioni per casa), e per questa fiaba ho pensato di realizzare una ghirlanda intrecciando dei rami che potessero simulare l'idea della fitta rete di rovi che ricoprirà il castello quando la principessa si addormenterà.

    come realizzare una ghirlanda natalizia

    Devo dire che la ghirlanda è venuta proprio come l'avevo immaginata nella mia mente, se volete cimentarvi anche voi, qui c'è il tutorial per costruire la base, il resto è lasciato alla vostra fantasia e alla vostra creatività, le possibilità sono infinite.

    come realizzare una ghirlanda natalizia

    Prima di lasciarvi, vi invito a guardarvi questa bacheca su pinterest per vedere quello che abbiamo fatto nei mesi precedenti. 

    Ora non ci resta che andare a sbirciare cosa hanno pensato le altre creative che partecipano a questa iniziativa

    ALESSANDRA di   "dyljewels"
    AMELIA di  "Ami"
    ANNA C.  di "anna e il suo blog"
    ELENA V. di "magic bus modena"
    EUGENIA di  "my new old life"
    FRANCESCA di "dal cassetto di fren"
    MANUELA di "my rose in italy"
    MONICA di  "homely monica"
    ROSY di  "rosamerliza"
    SERENA di  "fantasy jewellery"
    SHARON di  "the fairy circle"
    VALERIA di  "bottega tildosa"

    Appuntamento al prossimo mese con



    Continua a leggere...

    24 dicembre 2013

    di attesa e di tradizioni che si ripetono

    Nella frenesia che accompagna il natale, ho deciso di prendermela con calma e di godermi tutta l'attesa che è da sempre, per me,  la parte migliore di tutte le cose. 

    Ho appena finito di impacchettare i doni (tutti fatti da me) per le persone care con le quali trascorrerò questa vigilia nell'attesa di ripetere la tradizionale processione dei bambini a casa della suocera.


    Adoro l'idea di pensare che un giorno i miei cuccioli ricorderanno con tanto calore questi momenti unici fatti di cose davvero piccolissime ma di un valore inestimabile, conservando con loro la gioia del condividere insieme in famiglia l'atmosfera magica del natale.

    Perciò, considerando l'ora, non mi resta che augurare di cuore a tutti voi che passate costantemente in questo mio spazio, un sereno natale ricco di gesti e di tante piccole meravigliose cose…. 

    AUGURI
    Continua a leggere...

    14 dicembre 2013

    di legno e di decorazioni natalizie

    La settimana appena trascorsa, ho passato ogni momento libero a disegnare, tagliare, scartavetrare, bucare e dipingere il legno. Ho adorato sentirne il profumo e la ruvidezza sotto le mani. Per riuscire a smettere di tagliare ho dovuto smontare il moto-saw (di cui prometto di scrivere una recensione a misura di creativa per descrivervene pregi e difetti) e rinchiuderlo nella sua valigetta per riporlo sulla mensola più alta della craft room: ne sono stata letteralmente rapita.

    Ho disegnato un'intera collezione di addobbi per l'albero, ed essendo anche scrapper ho potuto unire le due passioni e dar vita a quello che vedete nelle foto.


    Tutti gli addobbi, ad eccezione dei fiocchi di neve che sono stati realizzati con la gomma crepla, sono stati decorati con la tecnica dell'embossing a caldo proprio perché mi piaceva l'idea di poter sentire sotto le dita i disegni dei decori. Le ho amate tutte queste creazioni, ma la mia preferita e senza dubbio la sfera con il nastro a pois che sul mio albero ci stava proprio benissimo.

    Tutto quello che vi ho mostrato oggi è disponibile nel mio shop, dopotutto siamo ancora in tempo per un regalo last minute e perché no per arricchire il nostro albero.  
    Continua a leggere...

    9 dicembre 2013

    DIY: realizziamo una ghirlanda riciclando del cartone

    Eccoci puntuali all'appuntamento di dicembre di double color, nata da un'idea di sofia di "pensieri romantici"  , quest'iniziativa raccoglie il contributo di tante blogger ricche di inventiva, che ogni mese regalano un tutorial che come unico filo conduttore ha una coppia di colori. Siamo già al quarto appuntamento ed io ho già imparato tante cose, perciò vi consiglio caldamente di andare a visitare ognuna delle amiche che partecipano a questo progetto, vi assicuro che ne vedrete delle belle.

    Questo mese, l'accoppiata di colori scelta da Sonia e Liliana è grigio perla e cioccolato, e complice l'atmosfera natalizia che si respira in questi giorni, il tutorial che ho preparato non poteva non riguardare appunto il natale. Infatti oggi vi propongo di realizzare insieme una ghirlanda, partendo da del semplice pezzo di cartone da imballaggio.

    come realizzare una ghirlanda riciclando del cartone

    COSA CI SERVIRA':
    * cartone
    * compasso
    * matita
    * forbici
    *lana
    * colla a caldo
    * nastro carta
    * abbellimenti vari

    come realizzare una ghirlanda riciclando del cartone

    1. Servendoci di un compasso disegniamo 2 cerchi sul cartone, uno all'interno dell'altro per avere così la nostra ghirlanda. Io ho disegnato due cerchi del raggio di 15 e 9 cm. Servendoci del primo cerchio come modello disegniamo altre 5 ghirlande. Il numero delle ghirlande serve solo a dare struttura e spessore al lavoro, se volete potete usare meno cerchi.
    2. Sovrapponiamo tutti i pezzi e utilizzando il nastro carta ricopriamo tutta la struttura non dimenticandoci di inserire un cappietto che ci servirà per appendere la ghirlanda a lavoro finito.
    3. Servendoci della colla a caldo fissiamo sul retro la lana e cominciamo a ricoprire tutto, compreso il cordoncino che ci servirà per appenderla una volta termina.
    4. Non ci resta che decorare a nostro piacere il tutto, ed in questo so che siete maestre.

    Ma facciamo un salto anche dalle altre amiche che partecipano a double color, per scoprire insieme cosa  ci propongono di realizzare

    Sonia e Liliana di "a nordic heart"
    Maria Grazia di "la pansè di Mary"
    Eugenia di "my new old life"
    Elena di "magic bus"
    emanuela di "my little inspirations"
    lucia di  "il bruco"
    Continua a leggere...

    6 dicembre 2013

    di idee e di nuove creazioni

    Se riguardo all'ultimo post pubblicato, mi accorgo che questo blog è rimasto silente per un bel po' di giorni, mi piacerebbe potervi dire che nel frattempo sono stata impegnata con una full immersion in craft room, ma purtroppo così non è stato. Sono stata travolta, invece, da banali faccende domestiche, compiti da fare, bucati da stendere. Per fortuna negli ultimi due giorni, mi sono data per dispersa e mi sono chiusa nel mio regno a lavorare un po'. Ed è così che sono nate le cose che vi mostro oggi.

    Ovviamente sono tutte creazioni che porterò con me nei 2 mercatini natalizi che farò nella mia città, il 15 ed il 22 dicembre prossimi. Lo so non sono tantissime cose, ma sono oggetti che ho fatto davvero con amore, curandone tutti i particolari, perché amo quello che faccio. 


    Sono stati giorni questi in cui ho sperimentato il mio nuovo giocattolino, chi mi segue su facebook lo sà già (a proposito se vi và diventate fan della mia pagina cliccando qui). Sto parlando del moto-saw della dremel ed è con lui che ho costruito il dondolo della mia renna. Alle amanti del cucito creativo e di Tone Finnager, dico che a breve nel mio negozio sarà possibile acquistare proprio i pezzi per costruire da se il dondolo della famosissima renna.


    Ma non solo, mi sono immersa anche nelle essenze dei gessetti profumati e in un futuro molto prossimo darò vita ad un'intera collezione di gessi profumati rigorosamente handmade, da regalare o da appendere in casa propria.


    Un'ultima cosa prima di lasciarvi per tornare a lavoro, ancora per qualche giorno nel mio nuovo negozio di zecca su Dawanda ci saranno degli sconti, se siete in cerca di regali unici e fatti a mano andate a dare un'occhiata qui.  A presto!
    Continua a leggere...

    29 novembre 2013

    un semplice tutorial natalizio su dawanda

    Siete immerse fino al collo nei preparativi per il natale? io si e adoro questo periodo magico dell'anno, in cui tutto può succedere, in cui si ritrova il piacere di passare del tempo con le persone care, intorno ad un tavolo magari con un bel gioco di società o con delle fumanti tazze di cioccolata.


    Adoro passare i pomeriggi a cercare idee facili e veloci per vestire a festa anche la nostra casa, e a questo proposito vorrei segnalarvi che oggi sono ospite del blog di DaWanda con un progetto semplice semplice per costruire un simpatico alberello di natale.

    Se vi va di cimentarvi, qui trovate tutte le spiegazioni, buon divertimento!
    Continua a leggere...

    25 novembre 2013

    un mare di bottoni meravigliosi

    Ai più attenti non sarà sfuggito che da qualche tempo nella mia side bar ha trovato posto il link al negozio on line di Buttonmad, ebbene si oggi lo scrivo ufficialmente, comincio con loro una nuova collaborazione. 

    buttonmad

    Una collaborazione a cui tengo molto, perché ne condivido il valore profondo che ne è alla base.  Il senso di appartenenza delle donne africane all'interno della società e la loro abilità come artigiane non solo dà loro enorme soddisfazione, ma lavorando nell'ambito delle politiche di commercio equo e solidale fornisce loro emancipazione economica e contribuisce al sostentamento delle loro famiglie.

    buttonmad

    Perciò quando alessio mi ha proposto una collaborazione con loro, non ci ho pensato due volte ed ho accettato subito, e non vi dico la difficoltà nello scegliere i bottoni con cui avrei lavorato, li avrei presi tutti credetemi. Nei prossimi mesi vi mostrerò come questi gioielli siano in grado di impreziosire i nostri lavori, perché sono sempre i particolari che fanno la differenza e nel frattempo, se ancora non li conoscete qui potette vedere la collezione completa.  

    Inoltre è stata sviluppata un app gratuita sia per android che per ios. Si può scegliere tra una versione in inglese ed una in italiano.  Qui gli utenti possono visualizzare le creazioni realizzate con i bottoni Buttonmad, che possono così essere messe nei preferiti, condivise nei social network oppure commentate. Inoltre sotto ogni lavoro è possibile visualizzare tutti i bottoni utilizzati nella sua realizzazione e da li, possono direttamente essere messi nel carrello per l'acquisto.

    L'applicazioni permette inoltre di inviare le proprie creazioni inviando video o foto, se vi va di provarla scaricatela e divertitevi qui trovate il link per tutti i prodotti apple.
    Continua a leggere...

    16 novembre 2013

    12 fiabe in cerca d'autore: il soldatino di piombo

    Una delle mie favole preferite, da far assolutamente conoscere ai nostri bimbi, vuoi per quel senso tragico del destino, vuoi per la descrizione magnifica della tenacia, credo possa insegnare loro tantissime cose.


    Questa la mia interpretazione, semplice, ma che subito mi riporta alla mente la fiaba.

    Questo l'elenco delle altre amiche di viaggio che questo mese si sono cimentate con il soldatino e la sua ballerina, venite a scoprire con me le loro creazioni

    Alessandra - Dyl Jewels
    Amelia - Ami (Facebook)
    Elena V. - Magic Bus 
    Eugenia - My New Old Life
    Lisa - Piccolecose
    Lousisette - Antiquando
    Rosy - Rosa Merliza
    Sara C. - This is Sara
    Serena R. - Fantasy Jewellery
    Sharon - The Fairy Circle
    Silvia P. - Ma Petite Maison
    Valentina - Live Laugh Love

    al prossimo mese e se vi va unitevi a noi


    Continua a leggere...

    14 novembre 2013

    pois thursday: riprendiamo tra le mani i copic

     Vi avevo già parlato del fatto che intendessi migliorare la colorazione con i copic, che dopo un timido e non molto piacevole approccio avevo totalmente messo da parte. Quindi dopo aver messo mani al portafogli, per ampliare la mia dotazione iniziale, oggi vi mostro il risultato della mia terza o quarta colorazione.


    Mi sono abbondantemente documentata in fase di acquisto dalla mia guru in tema di colorazione, perché è proprio da lì che si inizia. L'acquisto delle nuances giuste è cosa tutt'altro che semplice. Infatti, occorre trovare quelle che si miscelano bene tra loro tra una miriade di sfumature, e se non ci credete provate a dare un'occhiata alla cartella colori copic, e scegliere quelli giusti tra ciao e markers, lo ammetto è stata un'impresa epica, almeno per me!!.


    Dopo le compere sono passata all'esercizio, e approfittando di una commissione per un album ho deciso di colorare uno dei miei timbri preferiti della Saturated Canary, timbro cha avevo già colorato con i distress ma che colorato con i copic è tutta un'altra cosa. Rincuorata dal fatto di aver scoperto che anche io, forse, c'è la posso fare a raggiungere certi livelli, sono curiosa di conoscere le vostre impressioni.

    "Imparare è un piacere raro." 
    Silvano Agosti

    Con questo post partecipo al Pois Thursday di antonella.
    Continua a leggere...

    11 novembre 2013

    DIY: didò fai da te

    Volando, eh si perché io non mi sono per niente accorta del fatto che sia già trascorso un mese, siamo giunte al terzo appuntamento con Double Color, la nostra cara Silvia di Shabby Chic Joy ha scelto come accoppiata di colori il grigio ed il bianco.

    Per questo mese, ho voluto preparare un tutorial insolito, ma che sono sicura piacerà un sacco a mamme e bimbi all'ascolto. Preparatevi perché insieme daremo vita con pochi ingredienti, sicuri e naturali, ad una pasta modellabile uguale al didò, ma che rispetto a quest'ultimo è molto più economica e non dannosa per la salute dei nostri bimbi, se ingerita.

    tutorial per fare la plasitilina

    INGREDIENTI:
    * 340 gr di farina "00"
    * 220 gr di sale fino
    * 1 cucchiaio di olio di semi
    * 1 bustina di cremore di tartaro
    * 1/2 litro d'acqua
    * coloranti alimentari

    1. versate in una casseruola tutti gli ingredienti,
    2. mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando gli ingredienti si saranno amalgamati,
    3. portate la casseruola sul fuoco per far addensare il composto (ci vorranno più o meno 5 minuti).
    4. accendete il fuoco e cominciate a mescolare, quando il composto si staccherà dalla pentola provatelo tra le mani per verificare che abbia raggiunto la consistenza del didò.

    come fare il didò in casa

    5. ponete il composto su un piano e lavoratelo leggermente come fareste con la pasta per la pizza.
    6. dopo pochi minuti l'impasto diventerà liscio e non appena si sarà raffreddato potrete cominciare a modellarlo.
    7. ripetete la stessa procedura (dal punto 1 al punto 6) cambiando il colorante.
    8. mettetevi comodi con i vostri bambini e rilassatevi lavorando il vostro didò fatto in casa.

    come fare il didò in casa

    Per questioni di tempo ho solo provato il colorante aggiunto a crudo, ma sono sicura che il colorante si possa aggiungere anche in un secondo momento, dopo la fase di cottura.

    Ed ora facciamo un salto dalle altre amiche d'avventura per scoprire quali sorprese ci hanno riservato questo mese

    Antonella: lumaca in plastilina fai da te
    Bogomilla: ghirlanda natalizia con sapone
    Elena: cassapanca shabby
    Emanuela: zucche in tessuto
    Eugenia: quadretto "mustache"
    Lisa: cuore shabby
    Lucia: angelo e decori natalizi
    Maria Grazia: calendario dell'avvento
    Sofia: collana con fiore
    Sonia e Liliana: sacchettino da regalo fai da te
    Silvia (Ma Petit Maison): lavagna con cornice
    Silvia (Shabby Chic Joy): cuore shabby

    Con questo post partecipo a

    Continua a leggere...

    4 novembre 2013

    vendere on line: ovvero tutto quello che occorre sapere per commercializzare le proprie creazioni

    In queste settimane, grazie al post di alex di "c'è crisi c'è crisi" che potete leggere integralmente qui,  è partita una seria riflessione sull'hand made italiano. Molte creative italiane hanno aderito all'iniziativa parlando nei loro blog dell'hand made e promuovendo l'acquisto del fatto a mano.

    Io dal canto mio, credo fermamente che il fatto a mano sia un sapere in via d'estinzione e che vada assolutamente tutelato. Comprare o regalare un oggetto fatto a mano, significa avere o donare un'oggetto che racconta la passione di chi l'ha realizzato, un'oggetto con una storia che nasconde tanto amore.

    dawanda

     Però, e qui faccio un appello alle tante creative di casa nostra, e vi assicuro che ne ho conosciute sul web, l'approccio che esse hanno al loro preziosissimo  lavoro, è oserei dire e perdonatemi a livello "amatoriale". C'è poca inclinazione a vendere se stessi in una maniera professionale.

    Primo passo, direi quasi obbligato, sarebbe quello di aprire un negozio on line.  Per quanto riguarda il punto di vista fiscale, in genere, occorre sapere che le operazioni di commercio elettronico indiretto (quindi di beni materiali) svolte in modo occasionale (il guadagno che se ne ricava non deve superare i 5000 € all'anno), non sono soggette ad apertura di partita IVA. Inoltre, queste vendite on line non hanno l'obbligo di rilascio di una fattura, scontrino o ricevuta fiscale (art. 22 del d.P.R. n. 633 del 1972 e art. 2 del d.P.R. 21 dicembre 1996, n. 696). Ovviamente però è sempre bene ricorrere ad un commercialista per un consulto a seconda del caso specifico.

    Secondo passo, sarebbe scegliere il market place. Io ho scelto di parlavi di DaWanda, piazza virtuale  in cui è possibile acquistare e vendere il "fatto a mano", senza tariffe di inserzione, ma con una sola commissione del 5% sul prezzo del prodotto venduto escluse le spese di spedizione.

    dawanda
    DaWanda conta più di 3 milioni di utenti, 13 milioni di visite e 190 milioni di visualizzazioni, con  piattaforme in 7 lingue differenti: avete quindi l'opportunità di vendere i vostri prodotti non solo in Italia ma anche all'estero, in Germania, Francia, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi e Polonia. Aprendo uno shop si può accedere alle statistiche complete e al supporto per il vostro negozio, ed inoltre si hanno a disposizione gruppi e forum per scambiare idee e consigli.  Regolarmente vengono selezionati prodotti scelti su tutta la piattaforma e sponsorizzati nell'homepage, nelle newsletter e su tutti i canali social com Facebook Twitter e Pinterest.

    Per approfondire come funziona questa piattaforma potete leggere qui.  Se foste interessati a diventare venditori , occorre sapere che dovreste prima registrarvi come utenti semplici ed in seguito, cliccando nella sezione vendi, aprire il vostro negozio ed iniziare a vendere dopo aver inserito i primi articoli.  Qui,  potete trovare le linee guida per imparare a vendere.

    Terzo passo, occorrerebbe imparare a curare il vostro negozio, perchè è questo il vostro biglietto da visita per il compratore che vi entra. Forse questa è la parte più complicata di tutta la faccenda. Dovreste imparare a fare buone foto, a fornire una descrizione dettagliata ma non prolissa del vostro oggetto con tutte le informazioni che all'acquirente potrebbero servire come colore, dimensione, prezzi, tempi di consegna. Dedicate tempo e cura anche al packaging, insomma un'unica parola per definire tutto: professionalità e cura del dettaglio.

    Se noi per prime non crediamo nella qualità del nostro lavoro e non ci adoperiamo per presentarlo e quindi venderlo al meglio come potremmo mai aspettarci che potrebbero farlo gli altri.
    Continua a leggere...

    31 ottobre 2013

    impariamo a colorare con i tamponi distress

    Rispetto alla tradizionale colorazione con i distress reinker, con la quale proprio non entro in sintonia, nel senso che non riesco a prelevare la quantità corretta di colore, preferisco utilizzare direttamente i tamponi.

    come colorare con i distress ink

    Qui su Abc Blog vi mostro, con un tutorial fotografico, i passaggi che ho eseguito per ottenere questo tipo di colorazione su un timbro magnolia, che a mio avviso risultano essere i timbri più indicati per essere colorati proprio con i distress.

    Ovviamente non aspettatevi un risultato del genere al primo tentativo, ma provate e provate finchè non imparate a dosare e sfumare il colore, è tutta una questione di pratica ed esercizio. Fatemi sapere come procedono i vostri esercizi così vengo a curiosare un po'!
    Continua a leggere...

    28 ottobre 2013

    adagio e con lentezza

    Mi sono avvicinata abbastanza tardi al meraviglioso mondo di Tone Finnanger. Trovo che le creazioni di questa crafter siano poetiche, è dal gusto molto nordico. Lo confesso me ne sono perdutamente innamorata, ed ho iniziato a collezionarne i libri. 

    A giorni arriverà uno dei miei ultimi acquisti e non vedo l'ora di averlo tra le mani per sfogliarlo ed ammirarlo, nel frattempo mi sono ricordata che da qualche parte c'era in bozze la foto di una chiocciola realizzata più di un anno fa.


    Ho adorato così tanto questo soggetto che ne ho cucito uno tutto per me, che mi fa compagnia in craft room, e che sicuramente vi mostrerò quando avrò completato il supporto che la sorregge. Nel frattempo adagio e con lentezza cerco di tornare ai miei tanti lavori da ultimare....

    Ops, stavo quasi per dimenticare: ringrazio di cuore Annalisa ed Elena di "L'ho fatto io" ed Elena di "tous simplement" per avermi donato due premi, mi riempe di gioia che abbiate pensato al mio blog per questi premi che accetto molto volentieri, ma che si fermano qui, perdonatemi ragazze. 
    Continua a leggere...

    24 ottobre 2013

    noreplay-comment@blogger.com.... no grazie!

    Essere o non essere una no-replay blogger, questo è il problema!

    immagine di Mari Crea
    Molte blogger, compresa la sottoscritta (almeno fino a pochi giorni fa), sono convinte di non essere delle no-replay blogger, e che piuttosto questo problema riguardi gli altri. 

    Proviamo a fare un piccolo test: visualizzate il vostro blog e lasciatevi un commento. Ora guardate nella vostra casella di posta elettronica, ci sarà sicuramente l'email di notifica del commento. Osservate il mittente della mail: leggete il vostro indirizzo di posta elettronica o il noreplay-comment@blogger.com?

    Nel caso vi troviate nella seconda condizione, e voleste ritornare ad essere delle replay blogger, il che implica la possibilità di poter rispondere ad un commento ricevuto, proprio attraverso la mail di notifica del commento stesso (in pratica rispondendo a questa mail, rispondete alla persona che vi ha lasciato il commento) potete seguire le istruzioni che la cara alex ci da in questo post.

    Se vi va, unitevi alla campagna di sensibilizzazione che ufficialmente lancio da queste pagine, condividendo e scrivendo sul vostro blog o condividendo sui vostri profili facebook del no-reply blogger e di come risolvere questo problema.

    Insieme si può!!

    Mi scuso con Mari Crea per aver utilizzato la sua immagine senza chiederle il permesso, ma la ricerca di immagini di google non mi aveva condotta al suo blog purtroppo, anzi vi invito a leggere anche il suo post qui in cui vi è un rimando a come risolvere il problema del no-replay blogger legato ai feeds (per intenderci apparite no-replay blogger nell'elenco di lettura di blogger)
    Continua a leggere...

    19 ottobre 2013

    12 fiabe in cerca d'autore: alice nel paese delle meraviglie

    Dopo la partenza scoppiettante con il piccolo principe, e se vi siete perse le interpretazioni di questo nostro fantastico team di creative potete vederne tutti i lavori qui, si prosegue con... rullo di tamburi....
     "alice nel paese delle meraviglie".

    Credo di poter mettere la mano sul fuoco affermando che tutti conosciamo questa fiaba, letta, vista e rivista nelle sue molteplici rapprentazioni da quelle disneyane a quelle più insolite di Tim Burton. Favola piena di tanti personaggi tutti degni di nota, e che hanno stuzzicato e non poco la mia fantasia.

     Proprio ispirandomi all'idea del viaggio, tema conduttore di tutto il racconto, ho pensato di creare uno zainetto, ideale compagno di ogni viaggiatore.


    Non ho voluto replicare l'illustrazione dello stregatto, ma ne ho immaginato uno tutto mio, dopotutto la favola è in cerca d'autore.

    zainetto asilo

    Questo l'elenco delle altre amiche di viaggio che questo mese hanno lavorato su alice, venite a scoprire con me le loro creazioni

    Amelia - Ami (Facebook)
    Alessandra - Dyl Jewels
    Bogomilla - Bogomilla Hopp Kids
    Elena G. - Tous Simplement
    Elena V. - Magic Bus
    Eugenia - My New Old Life
    Lisa - Piccolecose
    Manuela F. - My RoseinItaly
    Milena - Milena crea
    Monica - homely
    Rosy - Rosa Merliza
    Sara C. - This is Sara
    Silvia P. - Ma Petite Maison

    Appuntamento al prossimo mese con


    Continua a leggere...

    17 ottobre 2013

    fare un cestino intrecciato | ABC Blog

    Non so se a voi capita mai, ma nella mia craft room  alcuni degli attrezzi per il cucito e lo scrap, nonostante i buoni propositi da parte mia, si perdono costantemente tra le stoffe e le carte. Per cui un giorno, in  una delle mie frequenti visite ad ikea ho acquistato un portavasi che ha atteso a lungo di trovare la sua giusta collocazione.


    Quello che vi mostro qui su Abc Blog, è un piccolo tutorial per costruire un cestino con la carta, cestino che io ho utilizzato per decorare il mio vaso porta-attrezzi. E siccome il porta attrezzi staziona sul tavolo da cucito, ho utilizzato un bellissimo nastro a tema sewing di Tim Holtz per rifinire il tutto.

    "Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità."
    Pablo Neruda

    Con questo post torno nuovamente a partecipare al Pois Thursady di antonella, appuntamento che vorrei rispettare ogni settimana, ma che subisce pesantemente la mia cattiva organizzazione nel nuovo ménage familiare, ma dai su cercheremo di farcene una ragione!!

    Continua a leggere...

    14 ottobre 2013

    DIY: come realizzare un pupazzo di neve in feltro

    Per il secondo appuntamento di Double Color, sofia di "ma petit maison" ha scelto come colori il beige e l'azzurro.  Visto che non è mai troppo presto per cominciare a pensare al natale, ho deciso di proporvi la realizzazione di un simpaticissimo pupazzo di neve.

    come fare un piccolo pupazzo di neve

    1. OCCORENTE: 2 cerchi di feltro di cui uno leggermente più grande dell'altro, ovatta per imbottitura, ago e filo, forbici, colla per modellismo o colla a caldo, 2 strisce di feltro;
    2. eseguite un punto filza lungo il bordo di entrambi i cerchi ed imbottite;
    3. tirate i fili per chiudere i cerchi ed incollateli uno sull'altro;
    4. ripiegate ed incollate il rettangolo di feltro più piccolo e praticate dei tagli per fare la sciarpa del vostro pupazzo.

    come fare un piccolo pupazzo di neve

    5. incollate la sciarpa che avete realizzato in precedenza intorno al collo del pupazzo;
    6. ripiegate ed incollate il bordo del rettangolo di feltro più grande;
    7. cominciate ad incollare il capello del vostro pupazzo, partendo dalla nuca;
    8. fermate sempre sul retro il capello con la colla.

    come fare un piccolo pupazzo di neve

    9. prendete un pezzo di filo in tinta e fatelo passare intorno al cappelo come mostrato in foto. Stringete i fili ed annodateli: avete creato così il capello;
    10. tagliate il bordo del feltro per creare le frange, cucite due perline per gli occhi, incollate il naso e decorate con un bottone: ecco il vostro simpatico omino delle nevi.

    come fare un piccolo pupazzo di neve

    Venite a sbirciare con me, quello che hanno combinato le altre creative della combriccola...

    Bogomilla: torta di pannolini
    Silvia (Ma Petit Maison): svuotatasche da parete
    Silvia (Shabby Chic Joy): quadretto con chiave antica
    Silvia (Shabby Chic Life): paralume shabby con rete da conigliera

    Con questo post partecipo al "soft inspirations linky party #11" di emanuela e al

    Continua a leggere...

    13 ottobre 2013

    41/52 week project

    Ovvero di di quanto sia difficile essere genitori e delle responsabilità che da questo ne derivano. 

    Quello che più mi piacerebbe ora, sarebbe ritrovare i miei rassicuranti rituali, ed invece mi trovo costretta ed incastrata in una condizione in cui non è più permesso avere fragilità e debolezze. Questa è la responsabilità più grande dell'essere genitori. 


    I nervi sono a pezzi. Quella appena trascorsa è stata una settimana terribile in cui è successo di tutto, ma questo lo voglio superare, ho bisogno di archiviarlo. Voglio ricordare solo che in questa settimana il nano, ufficialmente promosso a spoky (visto che oramai è diventato grande) ha iniziato il suo primo vero viaggio nel mondo senza di me.

    Voglio ricordare che, per la prima volta, ho davvero giocato con mia figlia, che cerca costantemente di costruire un rapporto con me, una madre che si sente completamente e costantemente inadeguata in questo rapporto. 

    Voglio poter credere di essere un genitore migliore, con grandi responsabilità ma anche grandissime fortune.Voglio finalmente potermi sentire all'altezza, abbandonando l'dea di vivere una seconda vita tramite i miei figli, esistenza in cui cerco continuamente termini di paragone con il modo di essere stati genitori dei miei. 

    Sono io e sono diversa e questo deve bastarmi a ricordare, guardando dentro di me, cosa veramente sono e la ragione profonda che mi ha condotta fin qui.
    Continua a leggere...

    10 ottobre 2013

    abc blog: come realizzare una criss cross card

    Questo tipo di card prende il nome proprio dall'incrocio che si esegue sul davanti con la carta. Tra tutte le card, trovo che la criss cross card sia ideale per eventi particolari,  quali nascite e battesimi.


    Con uno stile simply and clean, si può riuscire comunque a far breccia nel cuore di chi la riceve.  Qui,  su Abc Blog, vediamo insieme come realizzarla.
    Continua a leggere...

    30 settembre 2013

    autumn is in the air

     Con l'inizio della stagione delle piogge sono lieta di dare il benvenuto al mio periodo dell'anno preferito: l'autunno. Adoro i suoi colori così caldi ed intensi. Ho vissuto per anni in luoghi circondati da boschi, e quando arrivava l'autunno tutto si tingeva di tinte meravigliose.

    quadretto in sughero

    Questo quadretto l'ho creato proprio tornando indietro nel tempo con la mente, ripensando a quelle distese alberate nelle quali ho vissuto per molto tempo. Ho sovrapposto tante piccolissime foglie su un tronco di sughero, cercando di ricreare esattamente i giochi di colore a cui le varie tonalità di rosso e marrone davano vita.

    quadretto in sughero

    Con questo progetto partecipo al pin contest di abilmente nella sezione home dècor, se siete interessate qui potete trovare il regolamento e partecipare anche voi. E guarda caso nella sezione sewing, partecipo con un altro progetto, realizzato esattamente un anno fa,  sempre dedicato all'autunno che potete vedere qui
    Continua a leggere...

    26 settembre 2013

    pois thursday: card per un matrimonio

    Non molto tempo fa ho realizzato una card semplice semplice per un matrimonio, utilizzando uno dei miei folder preferiti, comprato tanto tempo fà in una delle mie scorribande di acquisti on line.


    L'interno aveva una tasca portasoldi, mentre per l'esterno ho pensato che dei pois fossero adattissimi. Il timbro della greeting farm è stato colorato con i distress.

    card per un matrimonio

    "Solo l'amore rende felici."
    Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos

    Questo post lo dedico a me, cercando di ricordare a me stessa,  che spesso l'amore che si ha dentro non basta. Si deve essere capaci di gesti di tenerezza che sappiano dare la misura a chi ci stà intorno del bene e dell'amore che proviamo per loro, esercizio complicato ma dal quale non posso e non VOGLIO esimermi.

    Con questo post partecipo al Pois Thursday di antonella.

    Continua a leggere...

    21 settembre 2013

    12 fiabe in cerca d'autore: il piccolo principe

    Quando Bogomilla mai ha scritto per invitarmi a partecipare alla sua iniziativa, non ci ho pensato due volte ho accettato immediatamente. Per sapere meglio di cosa parlo vi invito ad andare qui.  Si parte oggi, giorno del suo compleanno, con il piccolo principe, favola che non conoscevo.

    Con l'impegno di comprarne il libro, mi sono lasciata ispirare dalla rosa, oggetto a cui il principe è molto legato e questa è la mia creazione.


    Tantissime rose per un albero abbastanza stilizzato, realizzate ed attaccate una per una... mi ci è voluta una giornata intera, ma il risultato finale mi ripaga di tutte le fatiche.

    Con questo post partecipo al contest di Bogomilla Hopp Kids "12 fiabe in cerca d'atore" , e al Linky Party di alex.  Ecco le creative e la loro interpretazione del piccolo principe.
    alessandra di dyljewels
    bogomilla di bogomilla hopp kids
    elena B. di serendipity officina delle idee
    elena G. di  blog toussimplement
    elena V. di  magic bus
    emanuela di my little inspirations
    eugenia di my new old life
    fra di divagazioni antistress
    giu di hobby shabby shock
    ilaria di la bande des faineantes
    lisa di mie piccole cose
    lucia di luci arte creativa
    manuela di my rose in italy
    mirtia di Come D'Incanto Handmade
    monica di homely monica
    mirò di 3 gufetti sul como
    rosy di rosa merliza
    serena di fantasy jewellery
    silvia P. di silvia ma petite maison
    silvia B. di silvia e family deco
    silvia F. di shabby chic life
    sonia e liliana di a nordic heart
    sara di mes objets de charme
    viviana di chincaglieri e fronzoli
    sara di handmade by sara


    Appuntamento al terzo sabato di ottobre con Alice nel paese delle meraviglie. Ah stavo dimenticando... tanti cari auguri Bogomilla!!
    Continua a leggere...

    20 settembre 2013

    nuova vita ad un recipiente in vetro | ABC Blog

    Dopo una pausa forzata dovuta a piccoli contrattempi, stamattina vi mostro come si può riciclare un contenitore di vetro e farlo diventare un piccolo oggetto d'arredo.

    Il piccolo di casa, fino a poco tempo fà aveva la cattiva abitudine di strappare le foglie dalle mie piante, ed una mattina stanca di dover mettere a dimora le povere malcapitate in bicchieri e suppellettili varie, mi sono decisa e creare un contenitore adeguato, utilizzando un comunissimo  vasetto  di vetro.


     Se vi va potete dare un'occhiata qui al tutorial che ho preparato per Abc Blog, in cui vi guido passo passo nella realizzazione di questo oggetto.
    Con questo post, torno con molto piacere a partecipare al  Linky Party # 68 della nostra amatissima e poliedrica alex di c'e crisi c'è crisi , che ancora non ve l'avevo detto, ha disegnato per me il grab my button.  Se state pensando di rivedere la grafica del vostro blog io vi consiglio di rivolgervi a lei, che trovo essere una delle poche designer in grado di fare lavori sempre diversi e tutti molto molto belli e particolari. 
    Continua a leggere...

    13 settembre 2013

    l'attrezzatura di base del cucito creativo | ABC Blog

    Chi pratica cucito creativo sa che esiste un'attrezzatura base che sarebbe utile procurarsi. Tali strumenti ci permettono di lavorare con precisione e per chi si avvicina a questo meraviglioso hobby credo sia utile sapere di cosa si tratta.

    attrezzatura base del cucito creativo

    Ne parliamo insieme qui su abc blog 

    Continua a leggere...

    10 settembre 2013

    37/52 week project

    Archiviate le due ultime settimane di questo progetto fotografico, come non pervenute che è meglio, si continua con la maratona. 

    Questa settimana non può che essere dedicata all'inizio della scuola. Domani si aprono ufficialmente per giulia le porte della scuola elementare. E come in tutte le cose la gioia e l'emozione nell'attesa e dell'attesa, sia per la madre che per la figlia,  sono la parte migliore.


    Ed in questi tempi moderni della lim e dei mille mila libri di testo, stasera sfogliamo il quaderno del papà in prima elementare. Ma si useranno ancora quaderni con questi righi, che tra l'altro io ricordo perfettamente... lo scopriremo solo vivendo.

    Speriamo solo di riuscire a chiudere occhio stanotte.
    Continua a leggere...