• MY SHOP
  • DIY
  • CONTACT ME
  • Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Iscriviti ai Feed Seguimi su Bloglovin

    30 dicembre 2012

    50-51-52/week project

    E tutto d'un fiato giungo anche alla fine di questo 52 week project, iniziato senza troppa convinzione e finito con una ritrovata passione: l'amore per la fotografia. Non so se capita anche a voi, ma io mi sento bombardata, mille lucine che ti si accendono in testa, mille cose da sperimentare, millemila da studiare, ed il tempo che diventa sempre più inesistente. Il nano cresce, e con lui anche la voglia di conoscere e sperimentare, che nel suo caso si traduce in ricerca di tutte le situazioni più pericolose.... ma questa è un' altra storia!!

    Questi i mie ultimi tre soggetti, almeno per quest'anno: 
    uno dei tanti festeggiamenti per i 40 anni di italo,


    prima accensione del camino di questa stagione invernale,

    teo.... il cane lucano.


    Approfitto anche per augurarvi un buon 2013, ricordando a voi ma soprattutto a me stessa che la vera felicità è nelle piccole cose di ogni giorno, da non dare mai per scontate e da vivere intensamente!!
    Continua a leggere...

    26 dicembre 2012

    dopotutto natale è sempre natale!!

    Sempre di corsa, tutto d'un fiato le feste di natale per me sono sempre caratterizzate da corse continue. Nonostante i buoni propositi di ogni anno alla fine mi riduco sempre all'ultimo minuto. Ma anche quest'anno con grande orgoglio posso scrivere che c'è l'ho fatta: tutti i regali sono stati fatti da me!!

    Da lontano ho fatto arrivare questa dolcissima renna per farvi, anche se con un giorno di ritardo, i miei auguri di natale.


    Ma insomma bisogna pur comprendere che per le renne questi non sono giorni facili, quasi come per le mamme di tutto il mondo, indaffarate nei preparativi di pranzi e cene.


    E dopo il mio personalissimo augurio arriva anche quello della renna Carolina.


    Che il natale possa essere il giusto momento per riappropriarsi dei buoni sentimenti, della felicità di stare insieme, in famiglia e con le persone a cui davvero vogliamo bene, ritornando magicamente un pò bambini.

    ......
    auguri a tutti voi
    ......
    Continua a leggere...

    18 dicembre 2012

    sfida scrapbookingitalia di dicembre

    Parecchissimo in ritardo posto il Lo della nuova sfida Scrapbookingitalia, che per questo mese ha come tema "a winter day". Le foto che ho utilizzato sono le ultime scattate da italo con la sua analogica e ritraggono alcune immagini del mio paese di origine: Salandra.


    Volutamente ho deciso di lavorare esclusivamente con elementi di colore bianco e nero per conservare e ricordare a me stessa la sensazione provata nel guardare la mia terra in una gelida mattina d'inverno.


    Questo Lo è subito diventato un quadro da appendere nella mia craft room, qualcosa da tenere sempre sotto gli occhi; testimonianza della mia origine lucana. Perchè il posto dove sei nato te lo porti sempre con te, nel cuore, nei ricordi che ti accompagnano: e' una rapporto di odio ed amore. La sostanza di tutto è  che le tue radici sono saldamente in quella terra, piccola, martoriata, dimenticata ed inesplorata, ricca di ineguagliabili ricordi. Terra in cui non puoi tornarci a vivere, tu non sei più a sua misura, ma dalla quale è comunque difficile stare lontani….



    Continua a leggere...

    14 dicembre 2012

    49/52 week project

    Vi ho già presentato Diego  e Fru Fru, i felini che abitano con noi. Oggi voglio parlarvi di Simba, il meticcio che mi ha accolto al mio arrivo in questa casa. Simba ha abitato questi luoghi prima ancora che la nostra casa fosse costruita, e nonostante la sua forma invidiabile, questo bestione ha più o meno 18 anni.


    Adora poltrire su questa sedia che non è proprio della sua misura e va pazzo per i pesci, facendo concorrenza ai gatti, sui quali ha la meglio se non altro per la mole. Questo è il nostro cucciolone dall'animo nobile!!
    Continua a leggere...

    12 dicembre 2012

    un piccolo pensiero per natale: un adorabile portachiavi

    Accidenti questa settimana abbiamo saltato il post del lunedì: la prima vittima ufficiale dell'inizio del count down di natale. Pazienza ho deciso di essere meno intransigente verso me stessa, se non altro per vivere meno freneticamente e più rilassata questa fase della mia vita. Credo che questo, mi riferisco al fatto di essere più flessibile e meno severa diventerà il buon proposito per l'anno prossimo. Ma veniamo a noi, conoscete oramai la mia mania di mischiare cose diverse: questa volta ho provato ad unire cucito e scrap e sono nati questi morbidi portachiavi.


    Il bello dell'hand made è poter rendere davvero unico e particolare anche un piccolo pensiero, ed io sono una di quelle persone che non lascia nulla al caso, e si dedica con passione anche al packaging. Questo sacchettino l'ho disegnato personalmente e lo avevo gia utilizzato in un'altra occasione qui. Lo trovo estremamente versatile e molto personalizzabile.



    E questi i tre soggetti che ho scelto per questi portachiavi: un simpatico pupazzo di neve


    un infreddolito pinguino 


    ed una sorridente matrioska.


    Per colorare i timbri, ho utilizzato i pennarelli fabrico nati proprio per essere utilizzati sulla stoffa e sul legno, ma mettiamola così.... la colorazione non è stata proprio una passeggiata come immaginavo, anzi tutt'altro. Tutto sommato posso ritenermi abbastanza soddisfatta di questo primo esperimento. 

    A breve potrete trovare questi cicciottosi portachiavi nel mio negozio etsy, ideali per un piccolo ma originalissimo pensiero di natale!!
    Continua a leggere...

    7 dicembre 2012

    una cornice a pois

    Ogni tanto riesumo qualcosa dal passato, disperso nei meandri del mio pc. Questa volta è toccato a questa cornice realizzata per il compleanno di un amichetto di giulia, quasi un anno fa. 


    Ora tralasciando il perchè questo accada, mi riferisco al fatto che si perdano le tracce ma soprattutto le memorie di quello che si fa, mi piace vedere come nel corso del tempo le capacità nel fare qualcosa, il più delle volte migliori.... e questo è un gran successo, visto che mi insegna a non arrendermi mai, anche quando questo qualcosa non viene fuori proprio come l'avevo immaginato.


    In questo caso la cosa che balza subito agli occhi, ai miei occhi, è l'enorme progresso fatto nella colorazione.


    E a voi capita mai di dimenticare qualche lavoro?
    Continua a leggere...

    4 dicembre 2012

    48/52 week project: i tuoi primi 40 anni

    Oggi il mio amore compie 40 anni. Non l'ho mai detto, noi ci siamo conosciuti su una chat, la chat di yahoo, e lo strano ragazzo che incontrai un giorno a sperlonga è diventato l'uomo della mia vita.


    Tanto tempo è passato da allora, e un rassicurante senso dell'amore, molto più profondo e sacro, ha preso il posto dell'irruenza della passione dei primi tempi. Oggi non saprei immaginarmi senza quest'uomo, senza quello che lui ha saputo donarmi giorno dopo giorno. Oggi non potrei pensare ad un casa senza i suoi accappatoi e i suoi costumi. Vorrei che giulia, un giorno, potesse accompagnarsi ad un uomo così e che Aldo domani diventi l'uomo che suo padre è oggi.

    A te unico amore della mia vita e ai tuoi magnifici quarant'anni.....
    Continua a leggere...

    30 novembre 2012

    47/52 week project

    Non mi sembra di avervi mai parlato del mio amore smisurato per gli aggeggi di casa apple: li adoro tutti, ma purtroppo non li posseggo tutti, almeno per il momento!!  Ora diciamocelo francamente, oltre ad essere obiettivamente belli, sopratutto quelli di qualche anno fà con il classico colore bianco apple, questi ritrovati della tecnologia moderna hanno davvero una marcia in più. Ogni oggetto ha fatto scuola, sia in termini di design che in termini di semplificazione delle attività quotidiane di ognuno di noi. La foto del mio 52 week project, questa settimana celebra proprio casa apple, che ha dato vita a tutta questa avventura nel lontano 2010.


    Continua a leggere...

    28 novembre 2012

    una morbida bambola di pezza

    Ultimamente mi sono cimenta nella realizzazione di una bambola di pezza. Le bambole di pezza hanno per me un significato particolare, mi rimandano a tempi passati, fatti di gesti semplici: un ago tenuto tra la mani, una mamma che cuce.  Gesti lenti ma ricchi di amore.


    Nella ricerca di una qualche ispirazione per il disegno di questo cartamodello, mi sono imbattuta in una serie di blog, tutti dedicati alla realizzazione di questi giochi magici. Ho sfogliato tutto d'un fiato i vari post e ho scoperto la bravura e l'attenzione quasi maniacale di queste artigiane. Se vi va potete dare un'occhiata qui e qui e trovare materiale per provare a realizzare la vostra personalissima bambola di pezza.


     Per quel che mi riguarda, io ho finalmente messo a frutto l'esperienza pluriennale di anni e anni di confezione di vestiti di carnevale, per cui è stato molto più semplice realizzare questo abitino che si compone di 2 pezzi e trovo che la rouche dia un tocco di romanticismo in più.


    Rosmunda, è così che ho ribattezzato questa bambola vi aspetta nel mio negozio etsy, per trovare una nuova famiglia che si prenda cura di lei.

    Aggiornamento alle ore 21.05: accipicchia ho dimenticato di dirvi che con questo progetto partecipo al linky party n. 39 di Alex, che questa settimana ha come tema "Regali di natale per bimbi e bimbe".... troooooooppe cose da fare!!
    Continua a leggere...

    23 novembre 2012

    45-46/52 week project

    La settimana scorsa non sono proprio riuscita a postare la foto del 52 week project. L'ho scattata ma non postata: recupero oggi. Ho adottato una piccola reflex compatta (è questa la giusta definizione per questo tipo di macchina) da poter portare sempre in giro e soprattutto molto più maneggevole di una reflex tradizionale. Le prime foto di questo blog sono state scattate con sua sorella maggiore, di proprietà del marito. Ma il peso del corpo macchina e quello dell'obiettivo, alla fine, avevano sempre la meglio facendo muovere la mano al momento dello scatto. Per cui sono passata al telefonino, ma da oggi ho intenzione di recuperare tutto il tempo perduto ed approfondire questa materia tanto interessante: la fotografia.

     A tal proposito, a voi che passate di qua, vorrei chiedere se vi farebbe piacere leggere di tanto in tanto su questo blog, dei post che trattano proprio l'argomento della fotografia. Sia ben chiaro non intendo assolutamente ergermi ad insegnante, non ne ho le competenze purtroppo, però mi piacerebbe condividere con voi tutte le mie letture e tutte le mie ricerche in tema. Aspetto dunque di conoscere la vostra opinione!!


    Questa settimana invece, direttamente dalla cina, è arrivato un gufetto a farmi compagnia prendendo subito il suo post nella craft room. Non lo trovate adorabile, io me ne sono subito innamorata, vabbè ma questo non è difficile visto che adoro perdutamente ogni oggetto che abbia le sembianze di un gufo e chi mi conosce bene lo sa!!  A chi se lo stà chiedendo, il gufo è fatto intrecciando foglie di sandalo, ed ovviamente è un oggetto handmade!!


    Continua a leggere...

    21 novembre 2012

    un fiocco nascita maschile

    Da quando ho realizzato il primo fiocco nascita con il feltro e la carta, ho subito immaginato come sarebbe stato realizzarne uno con colori maschili. Beh diciamo che non ho dovuto attendere molto per essere esaudita.

    fiocco nascita

    Il tipo di patterned che ho scelto per questo lavoro devo dire che si è prestato molto a questa realizzazione, ed alla fine il risultato mi è piaciuto moltissimo.

    fiocco nascita

    Il timbro come sempre, è stato colorato con i distress.

    fiocco nascita


    Continua a leggere...

    19 novembre 2012

    craft room: idea n. 3

     Non so come siate messe voi col vostro materiale scrap, ma io avevo la necessita di avere sotto mano, ma soprattutto sott'occhio tutti i timbri ippity in mio possesso. Per cui ho pensato di realizzare uno, anzi tre raccoglitori molto speciali.

    raccoglitore timbri ippity

    Ho pensato di costruire delle buste porta timbri in carta, in maniera tale da poterle facilmente stampare. Il raccoglitore è volutamente formato da due pagine, per evitare il classico effetto panino "deformante", che purtroppo si ottiene quando si raccolgono troppi timbri.

    raccoglitore timbri ippity

    Che posso dirvi, per alcune cose sono maniacale, e questa è una di quelle. Ma lasciatemi dire che la soluzione per le mie esigenze è ottimale ed estremamente funzionale.

    raccoglitore timbri ippity

    Continua a leggere...

    12 novembre 2012

    com'era... com'è: come ti recupero una borsa

    In genere non mi occupo di riparazioni, mi piace creare e costruire un oggetto dalla fondamenta e dalla struttura portante, ma una cara amica mi ha chiesto di sistemarle una borsa a cui teneva molto, per cui dopo un pò di tempo mi sono messa all'opera. 


    Ho deciso di mantenere il disegno originario, visto che la proprietaria è una grande amante dei cani, ed ho pensato di riprodurre con lettere in pelle il nome di uno dei suoi cani. E' la prima volta che realizzo un appliquè con un punto cordoncino e l'effetto che ho ottenuto mi è piaciuto molto, ed è sicuramente qualcosa da ripetere.



    Osservando il lavoro fatto, salta all'occhio come a volte basta davvero poco per recuperare un oggetto e ridargli nuova vita.
    Continua a leggere...

    9 novembre 2012

    44/52 week project

    O yesssss..... "WE CAN" 
    (ogni riferimento è puramente voluto!!)
     Sono un tipo che ha bisogno dei suoi tempi, ma che alla fine porta a termine quello che si era proposta di fare. Da sempre amo la fotografia, sono completamente inesperta, ma è un mondo che mi affascina e molto.  E poi diciamocelo francamente, è d'obbligo per chi ha un blog creativo saper far parlare le foto. 

    Non sò come funziona per voi, ma la prima cosa che mi colpisce in un blog ed il motivo principale per cui mi soffermo a leggere qualcosa di nuovo, è la presenza di immagini accattivanti. Alcune non hanno bisogno di nient'altro, dicono tutto da sole.

    Così mi sono decisa, devo necessariamente imparare un pò di tecnica e finalmente dopo 5 anni ho preso  tra le mani un corso di fotografia, uscito in edicola un pò di tempo fa. Il prossimo passo è riprendere la reflex, sostituita momentaneamente dal cellulare.


    Vi invito a dare uno sguardo alla galleria fotografica di Rod Simeon, fotografo contemporaneo, di grande talento. Se uno degli obbiettivi di una foto è quello di catalizzare l'attenzione, beh, ditemi voi se non vi siete soffermati su almeno una di queste foto: alcune coloratissime, altre giocate sui toni del chiaro scuro, ma tutte sicuramente con quel quid in più.
    Continua a leggere...

    7 novembre 2012

    un mini album femminile

    Quello che vi presento oggi è un mini album in cui è possibile sistemare 24 foto del formato 15 x 10. L'album è rilegato attraverso l'utilizzo della bind-it-all. Vedo una costante in tutti mi miei lavori: l'uso parsimonioso delle carte. Ad esempio in questo album la copertina l'ho realizzata stampando con diversi colori, un cartoncino color crema.

    mini album scrapbooking

    Il timbro appartiene alla collezione Gorjuss, ed è stato colorato con i distress ink.

    mini album scrapbooking

    Anche le pagine dell'album sono costituite dallo stesso cartoncino utilizzato per la copertina, come nella maggior parte dei mie album, e sono tutte decorate.

    mini album scrapbooking

    L'album lo potete trovare nel mio negozio etzy, pronto per essere riempito con le vostre foto, e perchè no potrebbe essere una idea regalo per natale, originale ed insolita.

    Continua a leggere...

    5 novembre 2012

    prove tecniche di cucito!!

    Sono solita fare un numero 0 di ogni oggetto cucito sulla base di un cartamodello. In genere il numero 0 mi serve per capire se devo adattare il cartamodello alle mie capacità, e soprattutto mi serve per capirne la fattibilità. Cucire mi deve innanzitutto divertire, per cui se il cartamodello mi fà dar di matto, i numeri 0 diventano esemplari unici. Questo adorabile pinguino, si perchè io lo trovo dolcissimo con il suo cucciolo che fa capolino da uno pseudo marsupio, è stato cucito su un cartamodello di una bravissima illustratrice francese, la delicatissima Zelphie. Avviso ai naviganti: preparatevi perchè vi attendono una serie di numeri 0, uno più bello dell'altro!!

    pupazzo pinguino

    Fatto il numero 0, occorre che l'addetto al controllo di qualità testi l'oggetto e me ne riporti i difetti. L'addetto in questione ha già sentenziato che i piedi sarebbero dovuti essere arancioni (li avrà scambiati per i piedi di un pennuto, ma potrei io porre limiti alla sua galoppante fantasia... giammai!!), ed ha già commissionato, un pinguino più grande, uno più piccolo e l'orso polare!!

    pupazzo pinguino

    Ora scherzi a parte, mi piace molto pensare che quando sarà grande, la mia giulia si ricorderà di questo pinguino cucito dalla sua mamma. Mi piace pensare che lo custodirà come simbolo dell'amore che ho per lei, e che coglierà in futuro, il valore prezioso che nasconde questo pinguino: la scelta di condurre una vita diversa, una vita semplice in cui la priorità spetta alla famiglia e alla cura dell'anima di tutti i suoi componenti.
    Continua a leggere...

    1 novembre 2012

    43/52 week project, ovvero creattiva napoli atto III

    Potrei raccontare tante cose del week end appena trascorso. Potrei raccontare di come le persone che si percepiscono attraverso le parole di un blog, sono in realtà qualcosa di più complesso e di come sia strana la sensazione di trovarsi di fronte a chi è sconosciuto e sentirsi in completa sintonia sino a tal punto da aprire le pagine più intime di te stessa. Potrei parlare della magia che si respira a Napoli, città difficile ma autentica, e di come più che in ogni altra parte d'italia, l'accoglienza la senti nella voce di chi ti stà di fronte. Potrei raccontare di come un 'evento alla sua prima edizione, ha tutte le carte in regola per poter diventare, in un prossimo futuro, un punto di incontro dei creativi del sud.


    Invece scelgo di parlare dell'imprevisto che si è manifestato in tutta la sua irruenza, e che cogliendoci impreparati, ci ha costretti a girare per strada in queste condizioni.  Sabato sera siamo usciti per gustarci una tipica pizza napoletana a Pozzuoli, posto in cui abbiamo dormito nella notte. Durante la piacevole serata ha cominciato a piovere, ma non ce ne siamo minimamente preoccupati: eravamo al coperto!!

    Peccato che la pioggia abbia ripreso a scendere mentre tornavamo al bed and breakfast. Ed in men che non si dica, si è allagato tutto. Abbiamo dovuto guadare un piccolo fiume in piena, che si era nel frattempo formato, per non rischiare di rimanere incastrati nel parcheggio, dove eravamo all'aperto e col rischio di trovarci sotto l'ennesimo acquazzone. Morale della favola? Abbiamo rischiato di entrare a stretto contatto con un napoletano dopo essere letteralmente saltati sopra la sua macchina. ed il giorno dopo siamo stati costretti ad uscire esattamente come vedete nella foto. 

    Però posso dirlo con vero piacere, questa è una esperienza che rimarrà impressa per sempre nella mia mente e nella mente di chi era con me.  Ad attimi di vero terrore si sono affiancati momenti quasi comici, che non tento nemmeno di raccontarvi, ma che tuttora riportano sul mio viso un sorriso che fa bene soprattutto all'anima!!

    Continua a leggere...

    26 ottobre 2012

    tra un'idea e l'attesa

    Questo è il progetto con cui avrei dovuto partecipare al contest autunnale di Tittadeco, ma il timore di non riuscire a fare in tempo mi ha fatto propendere per la presentazione di un pannello che era in fase di ultimazione. Questa borsa ha proprio tutti i colori ed i materiali che mi piacciono in questo ultimo periodo.


    Quando ho pensato a come abbellirla, era già chiara in me l'idea di omaggiare la mia stagione preferita: l'autunno. Mi piace tutto dell'autunno. Mi piace il profumo della pioggia sempre dietro l'angolo. Mi piacciono le temperature sempre piacevoli. Mi piace il colore delle foglie che come nella tavolozza di un pittore si mischiano. Mi piacciono i frutti dell'autunno e se potesse dipendere da me vivrei buona parte dell'anno nel tipico clima autunnale.


    Avevo pensato di metterla nel mio shop, ma alla fine me ne sono innamorata a tal punto da farla finire nel mio armadio. Ecco questo è il rischio che corro ogni volta: mi innamoro talmente tanto delle mie creature che sono sempre dibattuta se usarle per me o no. A voi capita mai? E con la mia giacca, la mia bella spilla e la mia nuova borsa sono pronta per partire alla volta di Creattiva Napoli, ed immergermi nell'atmosfera di una fiera dedicata alla creatività.

    Se vi va potete sostenermi nel contest, votando per la mia creazione, sono un pò lontana dalla più votata, ma se tutti quelli che passano di qua cliccano mi piace (non occorre diventare fan della pagina, basta solo cliccare mi piace sotto la mia foto), ce la potrei ancora fare ed aggiungere il gufetto alla mia personalissima collezione.
    Continua a leggere...

    24 ottobre 2012

    42/52 week project

    Gli avventori abituali del mio blog si saranno accorti di qualche piccolo cambiamento in casa mia. L'avevo già scritto da qualche parte, oltre ad essere un owl victim, credo di essere diventata anche una polka dots victim. Non ho fatto in tempo a pensarlo che la cara Maria Rosa, che ringrazio, ha subito realizzato per me l'immagine di sfondo del blog, e vuoi il caso vuoi il destino, per una serie di circostanze fortuite, sono stata costretta a rivedere un pò tutto. A lavoro finito, vi dirò che il risultato mi è piaciuto molto. Rimangono ancora dei particolari da sistemare, ma ci penserò con calma, dopotutto sono solo dei piccoli particolari. 

    Ma veniamo a noi.... siamo arrivati a 42, mancano solo 10 foto. Questo stà a significare che è passato quasi un anno. Il micione della foto è Diego, il gatto più anziano di casa, mentre si gode un fantastico sole d'ottobre. E' il primo felino ad aver preso il comando del giardino, facendosi valere anche sui cani, che certo non sono di taglia piccola.


    Questo è un micio adorabile, ma che a volte maltratta anche me,  e con cui si è instaurato un rapporto di odio e amore. Ti segue dappertutto ed è capace di tener testa a chiunque. Di gatti ne ho avuti tanti, e lo devo proprio ammettere questo testone non ha affatto il carattere dei felini. E' stato capace di far allattare dei cuccioli non suoi, ma la cosa strana, non stà nel fatto che i cuccioli non fossero suoi, ma nella circostanza che Diego fosse un maschio!! Ecco ora se qualcuna di voi può gentilmente illuminarmi sulla cosa, mi renderebbe un  gran servigio.
    Continua a leggere...

    22 ottobre 2012

    un fiocco nascita in feltro e carta

    Nuovo fiocco nascita per una bimba che arriva tra noi. Vi sembrerà di averlo già visto questo fiocco ed in effetti è così. Chi me l'ha commissionato ha voluto che ne realizzassi uno uguale a questo

    fiocco nascita

    Ma la bellezza dell'hand made è proprio questa: anche quando si cerca replicare una cosa già fatta, il risultato non è mai identico, mai uguale. C'è sempre qualcosa che rende l'oggetto unico. Un discorso a parte lo merita la colorazione. A chi si affaccia per la prima volta a questo mondo magico  dico di non fermarsi ai primi tentativi, in rete si vedono colorazioni stupende, delle vere e proprie opere d'arte. Tali risultati si ottengono solo con l'esercizio e la costanza. E' solo col tempo che si impara a dosare il colore, saturare nei punti giusti... insomma la strada è lunga, ma vi assicuro davvero estremamente terapeutica: provare per credere.

    fiocco nascita

    Un caldo benvenuto va alla piccola maria cristina, che si è fatta attendere ma alla fine ha deciso di farsi conoscere da tutti noi!!
    Continua a leggere...

    19 ottobre 2012

    Creattiva Napoli... atto II

    Scrivo questo post con tanta emozione, mi è piaciuta subito l'iniziativa lanciata da Maria Rosa di JhOBbyes. Quando mi parlava della sua idea embrionale circa la possibilità di incontrarsi a Creattiva Napoli, non avrei mai pensato di poter indossare una spilletta. Ci siamo parlate circa la necessità di riconoscerci e avevamo pensato di riprodurre una sorta di badge con il nostro logo.. insomma con l'immagine che ci identifica come blogger. Ma non avevo fatto ancora i conti con la sua bravura. Quando ho visto quello che aveva creato per sé.... ho desiderato subito anche io presentarmi a Napoli con la mia spilla. Perdonate la qualità della foto, ma ieri è stata una giornata quasi infernale e sono stata costretta a scattare di notte!! Comunque, oggi giro a voi l'invito. Io sarò in fiera Sabato con la mia bella spilletta e carica di tante aspettative.


    Chiunque fosse interessata e voglia aderire all'iniziativa, può contattare direttamente Maria Rosa, che in brevissimo tempo, se vorrete potrà realizzare per voi la vostra personalissima spilletta, o comunque lasciare un commento indicando il giorno in cui partecipereste alla fiera. Inoltre Maria Rosa, vivendo in zona può indicarvi i recapiti dei bred and breakfast del posto. E allora che fate l'ultimo week end di ottobre? ... io sono già lì con la testa!!
    Continua a leggere...

    17 ottobre 2012

    41/52 week project

    In questi giorni cade il primo anniversario della consegna della targa oggetto del mio 52 week project. Quello che vedete nell'angolino in basso della foto è l'oggetto che ogni donatore admo riceve quando il suo midollo giunge a chi è risultato compatibile. L'oggetto in questione è un parallelepipedo in vetro al cui interno è contenuto un faro (presumibilmente intagliato grazie all'utilizzo di un laser). 


    Alla bellezza obiettiva di questo oggetto, si aggiunge il significato profondo ed intimo che si cela dietro questo faro, simbolo di salvezza. Mi è stato spiegato che un donatore diventa un faro per qualcuno. Ci pensate mai a questa eventualità... mi riferisco all'ipotesi che quel qualcuno possiate essere voi, o una persona a voi cara. Io da quel giorno di luglio ci penso spesso. Per questo qualche mese fà mi sono tipizzata, operazione banalissima che si esegue con un semplice prelievo di sangue.

    Con la tipizzazione si esegue una sorta di mappatura del dna che serve per stabilire il grado di compatibilità tra un donatore e un paziente che necessita di trapianto di midollo. I risultati delle tipizzazioni vengono inserite in un archivio elettronico nazionale collegato a 51 registri internazionali. La compatibilità è una faccenda rara per questo occorre almeno tipizzarsi. Lungo la trafila che porta, in caso di compatibilità accertata, alla donazione vera e propria il donatore può sempre ripensarci. 

    Tipizzarsi quindi non significa essere poi obbligati a donare. Vi chiederete perchè scrivo questo. Scrivo questo perchè capisco molto bene le remore che si hanno quando si parla di donazione di midollo osseo... ci sono passata come compagna di un donatore, quando mille dubbi ti assalgono, quando non hai tutte le risposte alle tue domande, quando la paura dell'imprevisto o per una pratica relativamente nuova prendono il sopravvento su tutte le buone intenzioni. Ci sono passata e proprio perchè ci sono passata vi posso dire che avete tutto il tempo per pensarci, per essere informati, per decidere e metabolizzare, ma occorre almeno tipizzarsi, pensiamoci su.
    Continua a leggere...

    15 ottobre 2012

    pois e righe

    Mai come in questo periodo mi sono sentita, ma soprattutto sono stata tanto produttiva. Ecco credo sia arrivato il momento di mettere una marcia in più a questo mio progetto. Sento l'esigenza di far diventare questo mio spazio e questa mia idea qualcosa di più che un semplice passatempo. Per cui mi sono imposta una certa regolarità nell'aggiornamento del blog e soprattutto un certo aumento della produzione made in bottega. Credo molto nelle scelte che ho fatto in passato, alcune sono state molto dolorose, altre mi hanno portato dove sono ora. Alcune mi hanno reso molto felice, altre un pò meno, ma sono abituata a lavorar sodo per quello in cui credo e soprattutto se voglio raggiungere un obiettivo. Detto questo vi mostro uno degli ultimi borsellini realizzati con la mia nuova macchina da cucire (a cui ho intenzione di dedicare un post a parte... perchè c'è tanto, ma tanto da dire).


    Ultimamente sono entrata un pò in fissa con i pois, e questa è una delle ultime stoffe acquistate. Mi piace l'effetto che si ottiene lavorando con gli stessi colori e giocando con i motivi dei tessuti. L'uso di una tela di rinforzo per alcune parti del borsellino mi ha permesso di ottenere una struttura abbastanza sostenuta e rigida.


    Il borsellino ha una tasca chiusa da una cerniera, che permette di poter riporre degli spiccioli, ed è chiuso dal velcro. Ho cucito questo oggetto utilizzando un cartamodello di Michelle Pattern, a mio avviso una delle migliori realizzatrici di patterns, che fornisce nei suoi pdf, disegni e spiegazioni semplici ed intuitive accessibili anche a chi non conosce l'inglese.


    Il portamonete è andato a finire dritto dritto sugli "scaffali"del  mio negozio etsy.
    Continua a leggere...