• MY SHOP
  • DIY
  • CONTACT ME
  • Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Iscriviti ai Feed Seguimi su Bloglovin

    17 ottobre 2012


    41/52 week project


    In questi giorni cade il primo anniversario della consegna della targa oggetto del mio 52 week project. Quello che vedete nell'angolino in basso della foto è l'oggetto che ogni donatore admo riceve quando il suo midollo giunge a chi è risultato compatibile. L'oggetto in questione è un parallelepipedo in vetro al cui interno è contenuto un faro (presumibilmente intagliato grazie all'utilizzo di un laser). 


    Alla bellezza obiettiva di questo oggetto, si aggiunge il significato profondo ed intimo che si cela dietro questo faro, simbolo di salvezza. Mi è stato spiegato che un donatore diventa un faro per qualcuno. Ci pensate mai a questa eventualità... mi riferisco all'ipotesi che quel qualcuno possiate essere voi, o una persona a voi cara. Io da quel giorno di luglio ci penso spesso. Per questo qualche mese fà mi sono tipizzata, operazione banalissima che si esegue con un semplice prelievo di sangue.

    Con la tipizzazione si esegue una sorta di mappatura del dna che serve per stabilire il grado di compatibilità tra un donatore e un paziente che necessita di trapianto di midollo. I risultati delle tipizzazioni vengono inserite in un archivio elettronico nazionale collegato a 51 registri internazionali. La compatibilità è una faccenda rara per questo occorre almeno tipizzarsi. Lungo la trafila che porta, in caso di compatibilità accertata, alla donazione vera e propria il donatore può sempre ripensarci. 

    Tipizzarsi quindi non significa essere poi obbligati a donare. Vi chiederete perchè scrivo questo. Scrivo questo perchè capisco molto bene le remore che si hanno quando si parla di donazione di midollo osseo... ci sono passata come compagna di un donatore, quando mille dubbi ti assalgono, quando non hai tutte le risposte alle tue domande, quando la paura dell'imprevisto o per una pratica relativamente nuova prendono il sopravvento su tutte le buone intenzioni. Ci sono passata e proprio perchè ci sono passata vi posso dire che avete tutto il tempo per pensarci, per essere informati, per decidere e metabolizzare, ma occorre almeno tipizzarsi, pensiamoci su.

    5 commenti:

    1. Si tratta di un impegno importantissimo, un dono unico per chi lo riceve. Io invece, circa 10 anni fa, appena compiuti i miei 18 anni, corsi al centro Avis per diventare donatrice di sangue. Con me coinvolsi anche una mia amica titubante. Risultato: lei dona ed io no. No perchè sia malata, ma perchè i miei valori sono "giusti giusti" per me. Così mi disse il dottore che a momenti mi fece svenire perchè pensavo di avere qualche patologia grave. "Lei non può donare". Alla faccia della delicatezza.

      RispondiElimina
    2. avevo letto quel post qualche giorno fa. ma non sapevo cosa scrivere di sensato, oltre a doverosi complimenti.
      per la tipizzazione, va fatta richiesta come? quando mi faccio delle classiche analisi del sangue anche in laboratori convenzionati?
      come funziona?

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Occorre contattare la sede regionale dell'admo più vicina a te … lascio il link http://www.admo.it/29-sedi-admo-regionali, lì ti indicheranno il centro di raccolta del sangue per la tipizzazione dove potrai effettuare il prelievo… che è assolutamente gratuito…. (come per la donazione del sangue)… Fammi sapere se dicidi di fare il prelievo come è andata.

        Elimina
    3. provo a contattare la sede della mia città... io odio gli aghi, però...
      ti farò sapere sicuro!

      RispondiElimina
    4. É un impegno importantissimo... Che purtroppo non tutti riescono a sopportare...

      RispondiElimina

    ★ entriamo in contatto, lasciami un commento ★